Cos'è un business plan e quali sono le sue funzioni

È un documento estremamente dinamico che rappresenta sempre l’esatta fotografia dell’azienda in un certo momento storico. La sua presenza diventa un punto di riferimento per manager e imprenditori che vogliono seguire la rotta per il successo, ma è anche uno strumento necessario per avere accesso a finanziamenti ad hoc
Print
Cos'è un business plan e quali sono le sue funzioni

PER DEFINIRE LE LINEE PRINCIPALI DI UN PROGETTO IMPRENDITORIALE bisogna predisporre un documento ben preciso ed estremamente articolato, che fungerà da faro guida lungo l’intero percorso lavorativo. Si tratta del business plan, un documento estremamente dinamico da aggiornare in maniera costante affinché rappresenti sempre l’esatta fotografia dell’azienda in un certo momento storico (le condizioni sono infatti sempre pronte a mutare).

I destinatari del business plan: imprenditori, manager e banche
I destinatari di un business plan possono essere molteplici. Si tratta di manager e imprenditori, i quali hanno – come accennato – necessità di poter sempre consultare un documento in grado di indicare la rotta per il successo, ma anche di banche e istituti di credito. La presenza del business plan è infatti necessaria per poter avere accesso a finanziamenti ad hoc. Anche in questo ambito il web è pronto a venire in aiuto: la cosa migliore sarà fare per esempio un confronto su Facile.it per finanziamenti online. Un’operazione che consentirà di passare in rassegna rapidamente le opzioni al momento disponibili sul mercato, sondando le più vantaggiose. Il business plan predisposto dall’azienda che fa richiesta di un finanziamento verrà attentamente studiato dall’istituto di credito chiamato a sostenere l’idea imprenditoriale. Questo perché, è facile immaginarlo, riuscire a ottenere un finanziamento al giorno d’oggi è sempre più difficile: distinguersi presentando al meglio un progetto vincente e interessante potrà essere la chiave di volta.

Piano marketing, executive summary e obiettivi da raggiungere
Oltre alla ricerca dei finanziamenti ci sono altre finalità congeniali alla realizzazione di un business plan. Per prima cosa questo documento deve consentire una corretta formalizzazione delle idee relative alla gestione e all’organizzazione d’impresa. Inoltre, serve per monitorare i livelli di performance aziendali, intervenendo all’occorrenza quando necessario. Viene realizzata una prima sezione – detta “executive summary” – alla quale spetta il compito, in sintesi, di definire quella che è l’idea imprenditoriale da sviluppare. L’obiettivo di questa sezione sarà creare interesse e infondere autorevolezza, risultando particolarmente scorrevole.
Si dovrà poi procedere all’illustrazione dell’impresa e della sua natura oltre che delle caratteristiche peculiari a livello organizzativo e non solo. Si parla del mercato di riferimento, dei beni e servizi che vengono offerti al pubblico e dei relativi punti forti. Inoltre, vengono messi in luce gli obiettivi che si vogliono raggiungere. Essenziale anche la presenza di un piano strategico di digital marketing, dal quale risulteranno evidenti le modalità attraverso le quali i prodotti verranno messi in connessione con il mercato (con un occhio attento alla concorrenza, alle previsioni di vendita e alle caratteristiche dei mercati di riferimento).
È importante inserire nel business plan una perfetta ed esaustiva descrizione dell’attività aziendale, specie per ciò che concerne l’organizzazione del lavoro e del capitale, ma anche le politiche con clienti e fornitori e l’approvvigionamento di materie prime. Siamo nell’ambito di quello che viene definito “piano operativo”. Mezzi e persone, facenti parte dell’organizzazione aziendale, dovranno essere adeguatamente formati in relazione al core business e alle specifiche mansioni di riferimento. Ruoli e competenze sono dunque di importanza essenziale e devono essere stabiliti a monte.