Sanità: come sarà il medico del futuro?

In vista della III Conferenza nazionale della professione medica e odontoiatrica (Rimini, 19-21 maggio),  il segretario generale della Fnomceo (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri) traccia un profilo del medico del futuro.

Vediamole e riflettiamo. Che dite, da pazienti, vi ci ritrovate?

Il medico del futuro:
1. Proattivo nell’affrontare l’innovazione, partendo dalle proprie radici;
2. Detentore di competenze professionali che continuamente sviluppa e mantiene aggiornate;
3. Detentore di un metodo scientifico e attento alla produzione di nuove conoscenze;
4. Attento alla dimensione etica quotidiana della professione, partendo dall’adesione alle pratiche raccomandate e sostenute da evidenze scientifiche;
5. Capace di esercitare una leadership professionale rispetto ai colleghi, professionisti, pazienti e persone assistite;
6. Cosciente del proprio ruolo sociale e politico: il fatto di poter intervenire sulla salute e sulla vita conferisce un potere di tutela e protezione (advocacy);
7. Cosciente di essere un attore economico: determina e gestisce risorse economiche ingenti;
8. Capace di ascoltare e comunicare con la persona nel bisogno in una unica ed irripetibile relazione;
9. Capace di tenere conto della dialettica tra risposta alla singola persona e quella alla comunità;
10. Attento a perseguire il miglioramento continuo proprio e dell’organizzazione in cui è inserito, oltreché a dimostrarlo.

Facebook
LinkedIn
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Cerca