Fondi ed Enti contrattuali

Fasdac print


Il Fasdac (Fondo di assistenza sanitaria dei dirigenti di aziende commerciali Mario Besusso) è stato costituito con i contratti collettivi del 1948 per i dirigenti delle aziende commerciali e del 1953 per i dirigenti delle aziende di autotrasporto e spedizione. Manageritalia è stata la prima, tra le organizzazioni dei dirigenti d'azienda, a creare nel 1948 un servizio di assistenza sanitaria integrativo per i propri associati, per fornire a loro e alle loro famiglie un efficace sistema di tutela della salute.
Il Fasdac è iscritto e nel 2015 ha rinnovato l’iscrizione all’Anagrafe dei Fondi Sanitari di cui ai Decreti Ministero della Salute del 31 marzo 2008 e del 27 ottobre 2009, con il numero di protocollo: 0030091-19/10/2015-DGPROGS-DGPROGS-UFF05-P. Il Fasdac rispetta la soglia delle risorse vincolate prevista dal D.M. 27 ottobre 2009.

L'assistenza sanitaria gestita dal Fondo Mario Besusso, meglio conosciuto come Fasdac, è prevista dai contratti collettivi di lavoro dei dirigenti delle aziende commerciali, dei trasporti, degli alberghi, delle agenzie marittime e dei magazzini generali stipulati da Manageritalia. Il Fondo fornisce un efficace servizio di tutela della salute, a integrazione delle prestazioni offerte dal servizio pubblico. Rimborsa le spese sanitarie e assiste sia i dirigenti in attività che quelli in pensione e i loro familiari (con le modalità e nei limiti fissati dal regolamento). E' un'istituzione autonoma e si finanzia attraverso i contributi versati per contratto dalle aziende e dai dirigenti.

Gli organi gestionali del Fondo vedono la partecipazione di rappresentanti di Manageritalia e delle organizzazioni imprenditoriali Confcommercio e Confetra (vedi sistema decisionale).

Ogni anno il Fasdac segue decine di migliaia di pratiche sanitarie, ponendosi, anche per la percentuale media di rimborso, tra i migliori fondi del suo genere.
Il Fondo è regolato da uno Statuto e da un Regolamento.


DOVE SIAMO
Via Eleonora Duse 14/16 - 00197 Roma tel. 06 8091021 - fax 06 80910237 - info@fasdac.it

Iscrizioni
Sono obbligatoriamente iscritti al Fondo tutti i lavoratori con qualifica di dirigente ai quali si applicano i contratti del terziario, dei trasporti, degli alberghi, delle agenzie marittime e dei magazzini generali stipulati da Manageritalia con Confcommercio, Confetra e le Organizzazioni a queste aderenti.
I dirigenti di aziende appartenenti ad altre categorie possono essere iscritti al Fondo solo con il consenso delle suddette Organizzazioni e su delibera del Consiglio di Amministrazione che stabilirà modalità e condizioni.

L'iscrizione al Fondo e agli altri enti contrattuali è effettuata dall'azienda, che è tenuta ad inviare la comunicazione di assunzione o nomina di nuovi dirigenti al SUID SportelloUnico per l’iscrizione dei Dirigenti
Il SUID provvederà quindi a trasmettere un modulo unico che dovrà essere compilato e sottoscritto sia dal dirigente, sia dal rappresentante legale dell’azienda e poi restituito in originale a questo indirizzo: SUID SportelloUnico per l’iscrizione dei Dirigenti
Via Palestro, 32 - 00185 Roma

Questo modulo sostituisce tutte le comunicazioni di iscrizione che in precedenza venivano inviate ad aziende e dirigenti a cura di ogni singolo fondo.
L'azienda dovrà risultare iscritta ad una Organizzazione sindacale imprenditoriale aderente alla Confcommercio, alla Confetra, alla Federalberghi o all'AICA; dovrà, comunque, compilare e sottoscrivere il predetto modulo contenente anche l'espressa accettazione delle norme di cui al Protocollo di Intesa contenuto nell'accordo collettivo del 24.5.1994. In base a tale accordo, la contribuzione versata al Fondo è comprensiva di una aliquota a titolo di quota associativa o di adesione contrattuale.

Versamenti e contributi
Per fruire dell'assistenza sanitaria integrativa del Fasdac, i contratti stipulati da Manageritalia prevedono il versamento di un contributo annuo - calcolato su una retribuzione convenzionale di € 45.940,00 - suddiviso in:
• 5,50% a carico dell'azienda per ciascun dirigente in servizio (€ 2.526,70);
• 1,10% a carico dell'azienda a favore della gestione pensionati; (€ 505,34) elevato a 2,41% a decorrere dal 1° ottobre 2011 (€ 1.107,15 annui); ed a 2,46% a decorrere dal 1° gennaio 2014 (€ 1.130,12 annui);
• 1,87% a carico del dirigente in servizio (€ 859,08).
Per le aziende non aderenti all'organizzazione imprenditoriale del settore di appartenenza, l'aliquota a carico dell'azienda è pari al 5,80% per ciascun dirigente in servizio più l'1,10 – 2,41 - 2,46% a favore della gestione pensionati.
I contributi sono dovuti dal momento della nomina a dirigente. Il versamento deve essere effettuato dall'azienda sia per la quota a proprio carico che per quella a carico del dirigente entro il decimo giorno successivo al trimestre di competenza:

• entro il 10 aprile per il trimestre gennaio-marzo;
• entro il 10 luglio per il trimestre aprile-giugno;
• entro il 10 ottobre per il trimestre luglio-settembre;
• entro il 10 gennaio per il trimestre ottobre-dicembre.

Dovranno invece provvedere personalmente al versamento dei contributi annuo:
• i dirigenti pensionati, il cui contributo annuale dal 1° gennaio 2002 è di € 877,98 (€ 219,50 trimestrale) , dal 1° ottobre 2011 è di € 1.985,13 (€ 496,28 trimestrale) e dal 1° gennaio 2014 è di 2.008,10 euro (€ 502,03 trimestrale)
• i familiari superstiti, il cui contributo annuale dal 1° luglio 2004 è di € 526,79 (€ 131,70 trimestrale), dal 1° ottobre 2011 è di € 1.191,08 (€ 297,77 trimestrale) e dal 1° gennaio 2014 è di 1.204,86 euro (€ 301,22 trimestrale)
• i prosecutori volontari, a decorrere dal 1° ottobre 2011 il cui contributo annuo è di € 4.492,93 (€1.123,23 trimestrale) e dal 1° gennaio 2014 di € 4.515,90 (€ 1.128,98 trimestrale) pari all'importo integrale (quota a carico dell'azienda + quota a carico del dirigente) della contribuzione fissata per i dirigenti in servizio.

I versamenti volontari devono essere effettuati anticipatamente (entro il decimo giorno dalla data di inizio del trimestre di competenza).