Management

Business

Business Model: (ri)disegnamoli col cliente

Tre mezze giornate digital con il guru del business modeling a condizioni esclusive per gli associati Manageritalia. Rebuilding Business Models, è un programma di 3 mezze giornate, non consecutive, completamente online. Partecipa il 10-17-24 giugno, dalle 9:00 alle 13:00
Print
Business Model: (ri)disegnamoli col cliente

Patrick van der Pijl, faculty di Singularity University, è un esperto di business modeling. Un po’ come un designer che disegna e aiuta a disegnare mobili, auto ecc. Ma lui lo fa con i modelli di business. Sì, proprio quelle modalità che strutturano la risposta di un’azienda alle esigenze del cliente, che in tempi di covid-19 abbiamo visto interrompersi, rimodellarsi, cambiare del tutto il loro essere. E noi ne siamo stati oggetto e soggetto.

Bene, ora serve farlo non più perché obbligati dal lockdown, ma perché, come abbiamo provato sulla nostra pelle e vita, le nuove tecnologie digitali ci permettono di servire il cliente in modo nuovo, diverso, ma soprattutto, ed è questo quello che conta, più funzionale alle esigenze del cliente e, non nascondiamocelo, a quelle nostre e della nostra azienda.

Per questo Talent Garden Events ha organizzato un corso con uno dei massimi esperti di Business Model Innovation, Patrick Van der Pijl, che in 3 mezze giornate (non consecutive) consentirà a un ristretto gruppo di executive di esplorare le principali tecnologie esponenziali, studiare i business model vincenti e prepararsi a "cavalcare" l'incertezza.
What’s_next? SERIES
: un nuovo format di programmi online dedicati a quanti sono alla ricerca degli strumenti necessari per prevedere e agire nel mondo del business post-pandemia.

Cosa aspettarci? Lo abbiamo chiesto proprio a Patrick van der Pijl con un’intervista flash.

Che cosa ci ha insegnato l’emergenza Covid-19 sui modelli di business?
Ora vediamo che dipende tutto dall’innovazione dei modelli di business e che la domanda che dovremmo porci è: dove si trova il prossimo valore? L’altro aspetto da considerare è che c’è sempre qualcosa di inaspettato dietro l’angolo, ad esempio un competitor, ma che ora siamo di fronte a una pandemia. I modelli di business richiedono attenzione e manutenzione. Abbiamo bisogno di gestirli.

Come è diventata più rapida ed è cambiata l’innovazione dei modelli di business e quale direzione dovremmo seguire nel modellare i nostri business sulla base di quanto è emerso?
A causa delle limitazioni nel contatto fisico osserviamo emergere nuovi modelli di business digitali. Sia chiaro, il digitale era già tra noi, ma ora ha subito un’accelerazione. Questo sblocca nuove opportunità. Di sicuro, quanto è successo coinvolge i modelli di business in ottica digitale, ma il Covid costringe a cambiare il nostro comportamento in ogni dimensione. Nuovi modi di lavorare, vivere e consumare. In termini di innovazione dei modelli di business, dovremmo essere in grado di velocizzare questo processo. Un processo di innovazione digitale completo che dal laboratorio digitale passa ai prototipi digitali, fino alla validazione digitale con i clienti.

Per cambiare dobbiamo iniziare dal senso, dallo scopo del nostro business, oppure dobbiamo rimanere più su un livello base e partire da motivazioni più pratiche, come ad esempio coprire un bisogno del mercato?
Dovremmo iniziare con i nostri clienti. Parlare con loro e chiedere che problemi hanno in questo momento e cosa possiamo fare per aiutarli a risolverli. Il resto viene a seguire. Se riusciamo a dimostrare che più persone hanno un problema specifico a quel punto possiamo dare il via a un nuovo business.

Nell’ambito della collaborazione con SingularityU Italy – Talent Garden Events, gli associati Manageritalia hanno l’opportunità di un prezzo dedicato e scontato.

Scopri di più e iscriviti alle condizioni esclusive riservate a chi ha la membership Manageritalia.





ALTRI ARTICOLI di Management