Management

Carriera

10 consigli per i manager di domani

Niklas Lindahl, Managing Director Italy LeoVegas, propone la sua personale visione sulla figura del leader aziendale
Print
10 consigli per i manager di domani

Niklas Lindahl è un giovane dirigente d’azienda e imprenditore, oggi Managing Director Italy di LeoVegas, società svedese di gioco online. Nato in Svezia, Niklas Lindahl si trasferisce in Italia giovanissimo, all’età di 28 anni: le sfide da affrontare sono state molteplici, ma necessarie per maturare un modo di essere imprenditore. Non avendo una famiglia in Italia che potesse sostenerlo, ha dovuto rimboccarsi presto le maniche:

“Non provengo da una famiglia particolarmente benestante, per questo ho imparato presto a capire che se vuoi raggiungere degli obiettivi, puoi farlo solo contando su te stesso. Nessuno ti metterà tra le mani una borsa piena di soldi dicendoti “ecco questi sono per te”. Nessuno ti darà la possibilità di scegliere una vita così agiata. Devi solo prendere le redini del tuo destino e assumere il controllo della tua vita. Questo è possibile restando sempre concentrati, mantenendo il corpo in forma e rimanendo sempre fortemente focalizzati sull’obiettivo”.

Nella sua carriera, Lindahl è stato in grado di trasformare con successo le aziende per cui ha lavorato e quelle che ha fondato come imprenditore, portando sempre con sé valori profondi come l’etica, l’onestà, la trasparenza e la disciplina. Nella sua visione imprenditoriale, il team è fondamentale per raggiungere gli obiettivi:

“Il compito principale di un buon manager è quello di guidare e condurre efficientemente la propria azienda, motivando il proprio team in qualsiasi condizione ci si trovi ad operare. Occorre prendersi cura delle proprie risorse, garantendo loro totale sicurezza”.

Niklas Lindahl, grazie al suo background, ritiene che sia fondamentale ricordare questi principi che sono alla base delle più svariate teorie sulla leadership. E, perché questi concetti siano ben impressi nella mente di ogni nuovo manager, propone dieci semplici consigli per i leader di domani.

  1. Prima ancora di pensare a guidare un team, hai bisogno di imparare a seguirlo. Parti dalle basi, impara il business, lavora sul campo. Solamente una volta fatto questo, potrai comprendere appieno le sfide che i tuoi collaboratori stanno affrontando.
  2. Quando entri in una nuova azienda e in un nuovo team, la prima cosa che dovresti fare è osservare. Capire le dinamiche, imparare a conoscere le persone e a prendere in mano la situazione. Una volta che avrai tutto sotto controllo, potrai intervenire a livello tattico e strategico.
  3. Sii trasparente per quanto riguarda obiettivi, sfide e problemi e fai presente a tutto il tuo team che hai bisogno che lavori con te per raggiungere tutti i task.
  4. Mantieni gli standard alti e non abbassarli mai, guida diventando un buon esempio e non lasciare che le persone restino nella loro comfort zone, perché chi lo ha fatto in passato, non ha mai fatto progressi.
  5. Sii diretto nelle tue comunicazioni, non avere timore di come le parole, le email e i discorsi siano recepiti, ma assicurati di comunicare con rispetto e gentilezza.
  6. Prendi, tu, il controllo della situazione; non lasciare che sia lei a prendere il controllo su di te.
  7. Non chiedere mai a nessuno del tuo team di fare qualcosa che tu non sia in grado di fare da solo.
  8. Quando il tuo team raggiunge un obiettivo, festeggiate: celebrare i successi scaturisce il desiderio di raggiungerne presto altri. Questa sensazione sarà il driver per spingere di più e raggiungere obiettivi più grandi.
  9. Delega, responsabilizza i membri del tuo team, assicurati che loro si sentano di avere la tua fiducia e che abbiano responsabilità. Se le cose vanno bene, elogiali, se le cose vanno male, correggili, facendo loro da guida.
  10. Respingi, dalla tua azienda, energia negativa, comportamenti sleali o atteggiamenti ostruttivi. Non si può essere sempre d’accordo con le decisioni di un manager, ma è dovere di ognuno di noi eseguire i compiti assegnati con il massimo impegno e diligenza.

ALTRI ARTICOLI di Management