Management

Business

La storia siamo noi!

Quasi 300 persone – manager associati e i loro figli studenti – a un evento fuori dal comune organizzato da Manageritalia Veneto per guardare insieme al futuro
Print
La storia siamo noi!

PLAY LIST: la storia siamo noi! Questo il tema dell’incontro che Manageritalia Veneto ha organizzato domenica 27 gennaio al Teatro Palladio della Fiera di Vicenza. L’occasione era la consegna delle borse di studio Mario Negri (Fondo di previdenza integrativa del contratto dei dirigenti del terziario) e Manageritalia Veneto agli studenti figli di associati vincitori, di un attestato ai partecipanti a Vivi 3 giorni da Manager 2018, di un distintivo ai manager neo iscritti e una pergamena a quelli fidelizzati da 30 o 40 anni. Tutto collegato con uno spettacolo che ha coinvolto la sala e l’ha resa partecipe di come prendersi il tempo e tutto quello che serve per costruire il nostro futuro. A vedere i 300 protagonisti, manager associati e loro familiari, arrivati per le 10 di domenica mattina c’era da pensare a qualcosa che ne valesse la pena e infatti è stato così (guardate il feedback su Facebook).
Vedi il video

Tutto è cominciato con lo spettacolo, proposto da Cfmt (Centro formazione management del terziario) con Luciano Ziarelli, PLAY LIST: il futuro siamo noi! Un’ora abbondante guidati da questo formatore emozionale, noto a tanti dirigenti che frequentano il centro di formazione. Ci ha fatto riascoltare canzoni che avevamo sentito un po’ di corsa o un po’ distrattamente, senza capirne bene il testo, senza magari riflettere sulle parole... in tempi anche particolari della nostra vita. Il filo conduttore è stato vedere come e cosa è cambiato in questi anni, dare un senso al tempo e a quegli obiettivi alti che scandiscono e, ancor più, devono guidare la vita di tutti noi, giovani o meno che si sia.

Pensiamo, per far rivivere le emozioni di chi era in sala, che tra le canzoni che ci hanno fatto venire i brividi c’era La storia siamo noi (Francesco De Gregori), una spinta a mettere passione, responsabilità e impegno per costruire il nostro futuro. Tutti, senza esclusione di alcuno e senza stare alla finestra. Poi Father and son (Cat Stevens), Un senso (Vasco Rossi), Another brick in the wall (Pink Floyd) e Imagine (John Lennon). E poi molte altre, tutte indimenticabili e in gran parte conosciute e amate anche dai più giovani.

Al termine la consegna della borsa di studio Mario Negri agli studenti di scuole medie inferiori, superiori e università (ben 83 premiati), poi alcuni dei 52 laureandi partecipanti all’ultima edizione di Vivi 3 giorni da manager, alcuni manager associati per la prima volta nel 2018 e, per finire, quelli con noi da 20 o 30 anni.

Una premiazione che è stata un evento nell’evento per gli stimoli del conduttore (il presidente di Manageritalia Veneto Lucio Fochesato) e la verve di tanti giovani che hanno risposto colpo su colpo e in modo sentito a domande sulle sensazioni stimolate dallo spettacolo e sul lavoro che vorranno fare tra 10 anni. Tutti appassionati agli studi scelti e non pochi già determinati circa la professione che vorranno fare. Tanti con progetti già in corso e storie che li vedono muoversi, in Italia e in alcuni casi all’estero, con obiettivi chiari e percorsi già in parte delineati. Tra i manager storie di successo e costruite con passione e risultati.

Davvero un’esperienza che ha fortificato il senso di “lottare” per cambiare le cose e di farlo tutti insieme in un passaggio generazione che tende la mano e la tiene ben salda per essere partecipe, magari cambiando ruolo. Alla fine, alle 13:30, un buffet per fare nuove conoscenze, consolidarne altre e comunque parlare di quanto si era appena vissuto e di tanto altro. Insomma, davvero bello. E per tutti, alla prossima!

Vedi il video

ALTRI ARTICOLI di Management