Management

Business

6 domande da farti se ti consideri un leader

Print
6 domande da farti se ti consideri un leader

Parla con i clienti, con i dipendenti, con i colleghi e con gli stakeholder esterni che dipendono da te e dalla tua organizzazione. Avranno una risposta. Saprai se ti considerano un leader credibile.

Queste domande mi aiutano a stabilire il mio valore di leader agli occhi dei clienti, dei dipendenti, e degli stakeholder interni ed esterni:

1.    Qual è il valore più importante che fornisco nel mio ruolo di leader?
2.    Quali sono i miei punti di forza personali nell’esercizio della leadership?
3.    Dove devo migliorare come leader per avere un impatto più forte sull’organizzazione?
4.    Su quali punti deboli devo concentrarmi?
5.    In che misura rispetto le quattro norme del contratto di leadership?
6.    Qual è un’azione che devo implementare per accrescere il mio valore e il mio impatto?

Questo «pacchetto» di sei domande è uno dei mezzi più efficaci per avere un feedback adeguato su come eserciti il ruolo di leader.
Il feedback è sempre sincero, diretto ed estremamente penetrante. Invece di tirare a indovinare che cosa potrebbero apprezzare i tuoi stakeholder principali, vai a domandarglielo. Il fatto stesso di chiederlo a loro dimostra già che se un leader responsabile, deciso ad adempiere alle tue obbligazioni più importanti. Quando avrai il punto di vista di tutti, metti per iscritto un «mandato di leadership» che definisca chiaramente l’impatto che dovrai avere come leader responsabile.
I leader veramente grandi con cui ho lavorato hanno sempre ben chiaro in mente questo mandato di leadership, che diventa un punto di riferimento essenziale per il loro ruolo.

Tratto da L'alfabeto del leader - Compedio semiserio per manager colti (Guerini Next).

ALTRI ARTICOLI di Management