Management

Business

5 consigli per fare personal branding con un libro

Scrivere un libro, presentarsi come autore di un libro relativo al proprio settore, cambia immediatamente la percezione che gli altri hanno di un professionista ed è un modo efficace per fare personal branding
Print
5 consigli per fare personal branding con un libro

Se si è un imprenditore o un libero professionista, lavorare sul personal branding e monitorare costantemente la propria reputazione online è fondamentale. Il personal branding è importante quando si parla di costruire la propria reputazione agli occhi di chi già ci conosce e, soprattutto, di chi ancora non ne ha avuto l’opportunità.

In questo contesto, scrivere un libro, presentarsi come autore di un libro relativo al proprio settore, cambia immediatamente la percezione che gli altri hanno di un professionista.

Scrivere un libro, infatti, regala a un manager, un professionista, un imprenditore quell’autorevolezza e quella credibilità necessarie a conquistare il proprio pubblico, trasformando i lettori in una community di fan appassionati.

L’imprenditrice e fondatrice di Libri d’Impresa, Denise Cumella, sottolinea l’importanza di raccontare la propria storia professionale, di carriera o impresa, di pubblicare un testo che sia in grado di far comprendere al lettore quali sono le proprie competenze, di utilizzare il proprio libro come strumento per acquisire nuovi clienti.

E in particolare, per portare avanti un’azione di personal branding attraverso un libro, secondo l’imprenditrice Cumella è essenziale mettere in campo 5 strategie precise, che racchiude in questi punti:

1. Creare un sito o una landing page dedicati al proprio libro. Sito e landing page rappresentano il punto di contatto che i potenziali clienti hanno con un professionista o un imprenditore. Da qui, in modo autonomo e soprattutto di loro iniziativa, i futuri contatti decideranno di condividere le proprie informazioni personali. Il sito web equivale alla “vetrina di un negozio” visibile in qualsiasi momento ed il vantaggio principale è quello di destare interesse nei potenziali clienti a livello locale, nazionale e globale, a seconda dell’impostazione del proprio business.

2. Inviare un’anteprima del libro ai propri contatti. Per promuovere efficacemente le proprie competenze, può essere utile far leggere alcune pagine del proprio libro ai propri potenziali lettori, inviando un’anteprima ai principali contatti, clienti e potenziali clienti, accompagnandolo con una dedica /lettera molto curata e personalizzata e ricordandosi di aggiungere il link per acquistare il libro.

L’obiettivo principale di questa strategia è quello di entrare in contatto con le persone che ancora non si conoscono, che sono diffidenti e capire se sono interessate a stringere una relazione professionale.

3. Usare i social media. Usare il proprio libro come fonte da cui creare tantissimi contenuti di valore e posizionanti, da condividere sui social, sul proprio blog, e su siti di notizie del proprio settore, è fondamentale. Il libro rappresenta uno strumento e un bacino di valore dal quale attingere per trasferire sui vari canali mediatici a propria disposizione alcune nozioni utili, ad esempio, per i potenziali clienti.

4. Attrarre giornalisti e blogger per farsi conoscere. Inviare una copia del libro a blogger, giornalisti e opinion leader del proprio settore e raccontare loro del proprio libro e delle idee che vengono riportate nel testo può rappresentare un’azione molto valida.

5. Biglietto da visita. Usare il proprio libro per aumentare il proprio prestigio, la propria autorevolezza, ed utilizzarlo durante le trattative commerciali o in fiera, in sostituzione di una semplice brochure, può rappresentare un vantaggio notevole.

ALTRI ARTICOLI di Management