Management

Letture per Manager

L'alfabeto dei soldi - A come ABC

Un dizionario su psicologia e investimenti finanziari. Se volete gestire al meglio i vostri risparmi, è bene partire dall'ABC
  • Data 13 feb 2020
  • Tempo di lettura
    5 min
Print
L'alfabeto dei soldi - A come ABC

Si parla tanto di educazione finanziaria, come dimostrano le centinaia di iniziative ed eventi dedicati a questo tema, negli ultimi anni sempre più in crescita. Ma servirà a qualcosa? Detto in altre parole: gli italiani, quando pensano ai propri soldi, quando parlano ai loro consulenti, quando gestiscono i risparmi di famiglia… conoscono almeno l’ABC? Il percorso da fare verso l’alfabetizzazione economica, a mio parere, è ancora lungo.

L’Italia è soltanto al 63° posto su 148 paesi al mondo per competenza su temi di inflazione, diversificazione e tassi di interesse. Se però ribaltiamo la prospettiva e ci mettiamo dal punto di vista degli italiani «incompetenti», scopriamo che questi ultimi sono giustificati, se non assolti, dal fatto che un lungo passato li ha «male educati». Essere «bene educati» non consiste tanto e soltanto nel conoscere alcune nozioni e informazioni, ma anche nel bloccare sul nascere alcune strategie intuitive che, nei tempi lunghi, risultano controproducenti.

Una prima dote richiesta è la pazienza, accompagnata da una visione ampia: entrambe derivano dall’estensione degli spazi (mercati diversificati per gerarchia di importanza delle rispettive economie) e dall’estensione dei periodi temporali presi in considerazione (avere pazienza vuol dire saper aspettare).

Le informazioni e le cognizioni necessarie sono la maggior parte delle volte molto semplici: nozioni che chiunque potrebbe conoscere e fare sue. Ma le paure, purtroppo, il più delle volte non si vincono con i ragionamenti. In molti ambiti, tra cui gli investimenti, abbiamo timore delle cose che ci appaiono come paurose, e non di quelle che sono oggettivamente pericolose.

Dobbiamo riconoscere, e se possibile evitare, le trappole mentali ed emotive in cui spesso cadiamo quando gestiamo i nostri soldi… o i risparmi altrui!

Chi ha detto che i soldi sono una materia arida, appannaggio di tecnici scaltri ed economisti «tristi»? Il denaro, mezzo universale adatto a definire il valore dei nostri bisogni e delle nostre emozioni, ha molto a che vedere con tempo, impazienza, incertezza. Può capitare, ad esempio, che, per un’errata percezione del rischio, ci si faccia prendere dalla paura d’investire, come sanno bene tutti i risparmiatori che in questi anni hanno evitato le borse, considerate eccessivamente rischiose, perdendo così l’occasione di sfruttare il decennio più favoloso per i mercati mondiali.

Alla vigilia di quello che può essere considerato il più grande passaggio generazionale di beni nella storia dell’umanità, l’educazione finanziaria diventa cruciale. Ecco l’abc: individuare i confini tra quello che si sa e quello che non si sa; imparare ad aspettare nell’ottica del lungo periodo; saper investire nella fiducia altrui. Padroneggiare l’«alfabeto dei soldi» è un requisito fondamentale per costruire le nostre scelte di vita.

In conclusione, la maleducazione finanziaria va ben al di là dell’ignoranza delle basi di economia e finanza, per investire tutta una mentalità e un insieme di distorsioni cognitive ed emotive che ritroviamo in altri campi.

Paolo Legrenzi (Venezia, 1942) è professore emerito di psicologia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove ha fondato il Laboratorio di Economia Sperimentale (nato dalla partnership con GAM). È presidente del comitato scientifico di X-ITE, centro di ricerca LUISS, e firma del Sole 24 Ore. È autore e curatore di numerose pubblicazioni accademiche, tra cui i long-seller Fondamenti di psicologia generale e Storia della psicologia, oltre a saggi di successo come 6 esercizi facili per allenare la mente, L’economia nella mente, Perché gestiamo male i nostri risparmi, La consulenza finanziaria, A tu per tu con le nostre paure: convivere con la vulnerabilità.

L'alfabeto dei soldi - Mente, tempo, emozioni al servizio dei nostri risparmi, di Paolo Legrenzi (Guerini Next), in libreria dal 13 febbraio. 



ALTRI ARTICOLI di Management