Lavoro

Occupazione

Stati Uniti: chi lavora da casa guadagna di più

Il telelavoro conviene. I dati delle ricerche
Print
Stati Uniti: chi lavora da casa guadagna di più

Un recente sondaggio su 2.000 professionisti e 1.000 manager delle risorse umane effettuato da Linkedin ha messo in luce che l'82% dei lavoratori desiderano lavorare da casa almeno un giorno alla settimana e il 57% almeno 3 giorni alla settimana. 

Se questo sentiment non sorprende, i dati dell'U.S. Census Bureau mostrano anche che il telelavoro permette di guadagnare di più rispetto a chi ogni giorno deve camminare, guidare, chiedere un passaggio o utilizzare i mezzi di trasporto per recarsi in ufficio.

Il guadagno medio per una persona che lavora da casa era di $ 42,442 nel 2018, superiore a quello del lavoratore standard, vicino ai $ 38,184.

Una spiegazione in questo caso è da attribuire verosimilmente alla tipologia di lavoro che può essere svolta da remoto, così come al loro livello di istruzione.

Sta di fatto che i colletti bianchi con ruoli di concetto sono tipicamente più produttivi tra le mura domestiche. 

Secondo l'indagine "American Time Use" del Bureau of Labor Statistics di quest'anno, tra i lavoratori di 25 anni anni e oltre, coloro con un titolo di studio superiore avevano più probabilità di lavorare da casa rispetto a chi aveva un titolo di studio inferiore (il 42% di chi possedeva una laurea o un titolo superiore svolgeva parte del loro lavoro in questo modo rispetto al 12% di chi aveva solo un diploma di scuola superiore e non era mai stato al college).

L'ironia è che molti lavoratori continuano a dichiarare che sarebbero disponibili a guadagnare di meno se avessero la possibilità di lavorare da casa: uno studio del 2017 condotto da Alexandre Mas, docente presso la Princeton University, e da Amanda Pallais, docente di economia ad Harvard, ha rilevato che i candidati a nuovi posti di lavoro erano disposti ad accettare una riduzione del loro stipendio dell'8%. 

ALTRI ARTICOLI di Lavoro