Economia

Innovazione

Seniors Impact Initiative

Con SingularityU Italy si parla di futuro.
Print

Raccontare come lo sviluppo tecnologico migliora la qualità e la sostenibilità della vita quotidiana, in particolare degli over60.
E’ l’obiettivo dell’edizione 2019 di Seniors Impact Initiative, evento organizzato da SingularityU Italy con la partecipazione di Manageritalia e Poste Italiane nell’arco di una serie di incontri gratuiti aperti al pubblico in tutta Italia: il 27 maggio a Milano, il 3 giugno a Bologna, il 18 giugno a Roma e il 9 ottobre ancora a Milano, in occasione del SingularityU Italy Summit.
 
L’incontro di Roma è stato aperto da Diego Gil, di SIngularityU Italy che dopo un’introduzione sulla Singularity University - in Italia da due anni - ha presentato il movente che ha portato a organizzare l’iniziativa: “Visto che l’Italia è il secondo Paese al mondo per aspettativa di vita e tra quelli con la popolazione media più anziana, abbiamo pensato di concentrarci sui senior, di costruire un formato dedicato per spiegare loro cosa sono le tecnologie esponenziali, come si sono evolute negli ultimi anni e quali cambiamenti apporteranno alla nostra vita quotidiana nel prossimo futuro”.
 
Daniela Manuello e Sara De Vincenzo di Poste Italiane e Andrea Terrinoni di Postepay hanno illustrato i servizi e l’approccio con cui il gruppo guarda agli over 65 “un target da sempre molto importante per noi, una comunità a cui ci rivolgiamo con un’attenzione specifica progettando soluzioni dedicate per facilitare l’utilizzo delle nuove tecnologie in diversi ambiti: dalla gestione del risparmio all’amministrazione economica, dagli acquisti online ai servizi di cura alla persona”.
 
Enrico Dini di SingularityU Italy, inventore, ingegnere e imprenditore, ha parlato dell’evoluzione della rivoluzionaria tecnologia della stampa 3D, di cui è uno dei pionieri mondiali. Con la sua azienda D-shape, sperimenta e produce nuovi materiali per l’edilizia che si ispirano, spesso, a strutture organiche. Manufatti che rendono possibile “materializzare i sogni degli architetti” e “fabbricare bellezza” realizzando per esempio: abitazioni personalizzate, uniche, a basso costo e basso impatto ambientale; impianti sottomarini tramite cui salvaguardare la biodiversità e aprire nuove prospettive per la rigenerazione degli ambienti costieri.
 
Eric Ezechieli di SingularityU Italy, co-fondatore di Nativa, spiega come stanno cambiamento gli obiettivi imprenditoriali alla luce della consapevolezza che le attività economiche minacciano il futuro della specie umana: “Il business, le imprese, l’economia, la finanza: sono tecnologie, strumenti, mezzi e non fini. Finora li abbiamo usati per estrarre e concentrare la ricchezza ma dobbiamo cambiare al più presto sistema, iniziare a rigenerare e redistribuire la ricchezza”. Per farlo occorre accelerare un cambiamento culturale - che è già in atto - rimettendo in discussione l’approccio con il business. “Una cosa sulla quale i manager hanno responsabilità dirette e possibilità di intervenire”.

ALTRI ARTICOLI di Economia