Economia

Consumi

Regali natalizi contraffatti

Sicurezza e consegne entro il 25 dicembre
Print
Regali natalizi contraffatti

Cresce il numero di chi afferma di essere stato ingannato e aver comprato online un prodotto falso. Questo ci dice una recente ricerca di MarkMonitor . L’indagine è stata condotta dall’azienda di ricerca indipendente Vitreous World. Più precisamente è stato effettuato un sondaggio online su un campione di 3.455 adulti di nove paesi tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Svezia.

Nonostante gli acquirenti siano consapevoli della minaccia della contraffazione, in più di un’occasione dichiarano di esserci cascati lo stesso.
Allora, benchè i consumatori si sentino più tranquilli in termini di sicurezza online quando acquistano dai marketplace online (86%), utilizzando i link dei risultati dei motori di ricerca (67%) e via app su smartphone (56%), anche qui si annidano rischi di acquisti di prodotti contraffatti.
La metà degli acquirenti ha dichiarato che questi prodotti sono stati acquistati come regali.

Si sa, la fretta è cattiva consigliera, ma quando si è deciso all’ultimo momento di comprare i regali di Natale ci si butta a capofitto sul web. Così anche per recapitare per tempo il pacchetto regalo al destinatario bisogna ingegnarsi per spedirlo velocemente e in tutta sicurezza.

Ecco che allora accanto ai classici servizi di spedizioni (corrieri postali ecc.) si possono utilizzare servizi condivisi come Toctocbox che favorisce il contatto diretto tra chi ha necessità di spedire beni e tipologie di prodotti di ogni genere, con chi compie viaggi a due ruote, quattro ruote o con i mezzi pubblici e cerca un modo per risparmiare sulle ormai crescenti spese di viaggio. È il concetto del carpooling.

Infine, se il regalo è di valore (un orologio, un paio di orecchini, ecc.) si può utilizzare la classica posta assicurata di Poste Italiane per coprirsi dal rischio furto e smarrimento.

ALTRI ARTICOLI di Economia