Economia

Innovazione

Puglia e startup: Network Distribution

Opportunità per i giovani sotto il segno dell’innovazione. L’ultima edizione di Talenti per il futuro “Fiorenzo Cagnetta” ha approfondito progetti di business che hanno preso il via in Puglia. Il lavoro non si cerca più: si crea
Print
Puglia e startup: Network Distribution

Manageritalia Bari traccia una strada concreta con opportunità da cogliere a favore dell’occupazione giovanile: la startup. È proprio la Puglia infatti una delle regioni che negli ultimi anni ha visto il fiorire di iniziative imprenditoriali di successo con questo business model.

Il percorso ha preso il via nel corso della quarta edizione dell’evento “Talenti per il futuro Fiorenzo Cagnetta” dello scorso dicembre, un appuntamento organizzato dell’associazione pugliese per mettere in contatto manager e figli degli associati e creare sinergie, scambi di informazioni sul mercato del lavoro, valutare possibili candidature e offrire utili consigli professionali, offrendo allo stesso tempo borse di studio dedicate ai figli di quadri, professional e volontari. L’ultimo appuntamento era intitolato “Manager & Startup”. Che cos’è una startup? Come trasformare un sogno in un progetto concreto e sostenibile? Come reperire il capitale iniziale per avviare un’impresa? A queste e altre domande hanno risposto esperti come Davide Neve, socio AULAB, e Salvatore Modeo, membro direttivo Confcommercio Gruppo Giovani di Lecce.

I cinque progetti selezionati
Dopo un’attenta scrematura, Manageritalia Bari ha selezionato cinque startup che durante l’evento hanno presentato i loro business plan: Bellavita in Puglia (e-commerce, proposte promozionali, viaggi, spa, ristoranti); Liberaria (casa editrice indipendente); Network distribution (distribuzione di abbigliamento e calzature fashion e sportswear); Touplay (organizzazione eventi per il turismo creativo ed esperienziale); Bauzar (e-commerce vendita prodotti per animali di compagnia).

Oggi ci confrontiamo con Nicolò Trisciuzzi, business manager Network Distribution.

Come è nata l’idea di Network Distribution e qual è il vostro business model?
Network Distribution nasce nel febbraio 2015 dalla volontà di due giovani sognatori di utilizzare le conoscenze accademiche ed il know-how maturato nelle esperienze professionali pregresse per creare una nuova concezione di distribuzione di abbigliamento e calzature orientata al fashion sportswear. La distribuzione è organizzata su due canali di vendita: negozi di proprietà e vendita diretta alle società sportive.

Come siete riusciti a trovare i finanziamenti necessari per l’avvio della vostra startup e chi sono stati gli investitori?
La nostra startup è stata finanziata da fondi personali dei soci e da fidi stipulati con le banche.

Quali sono i vostri prossimi obiettivi e su cosa avete deciso di puntare?
Dopo lo studio e l’esperienza biennale maturata nel settore fashion sportswear, il prossimo obiettivo della Network Distribution è quello di creare una linea di abbigliamento ed accessori, con il proprio marchio “tap-in”, da distribuire nel mercato di riferimento europeo attraverso una rete commerciale specializzata.

Leggi anche:
Puglia e startup: Liberaria
Puglia e startup: Tou.Play
Puglia e startup: Bauzaar
Puglia e startup: Bella Vita



ALTRI ARTICOLI di Economia