Economia

Innovazione

Come fondare una startup da senior?

Le dritte dal fondatore di ItalyXP
Print
Come fondare una startup da senior?

Che il turismo dovesse far parte del mio sviluppo professionale lo avevo compreso già ai tempi dell'università. La mia tesi di laurea sulle potenzialità turistiche e comunicative dei mondiali di calcio in Italia, infatti, ha rappresentato un seme che, con il passare del tempo, si è trasformato in ItalyXP, una startup che unisce il mondo digitale con il settore travel, offrendo esperienze di viaggio strutturate e disegnate su misura per le esigenze dei turisti.

In seguito al master in marketing management per i servizi turistici presso la business school all'Università degli Studi di Trento, comincio la mia carriera lavorativa all'interno dell’ufficio marketing di un tour operator, vendendo viaggi al dettaglio.

Vengo assunto da Tin.it (internet company di Telecom Italia), come responsabile per il product marketing. All'epoca, l'obiettivo dell'azienda era di portare il web all'interno delle case degli italiani ed essendo, in seguito, divenuto direttore marketing dell’azienda, la mia figura gioca un ruolo importante in questo ambito.

Successivamente, seguono esperienze lavorative in diverse aziende, sempre all'interno del settore digital. Dopo alcuni anni quale direttore marketing in Tiscali, vengo assunto come dirigente da Poste Italiane, dove occupo un posto di rilievo fino al 2012.

Uscire dalla comfort zone

La carriera da dirigente d'azienda è sicuramente gratificante e può essere ricca di soddisfazioni, il rischio però è quello - dopo diversi anni - di sedersi e non aver più voglia di innovare e sperimentare per evitare di uscire dalla propria "comfort zone". Se questo accade è necessario reagire e trovare nuovi stimoli e nuove sfide.

Nel 2013, a 47 anni, decido, perciò, di cambiare completamente il corso della mia carriera, abbandonando la brillante posizione all'interno di Poste Italiane e fondando la Società ItalyXP, la mia startup. 

Quali dritte posso condividere con voi su come fondare una startup da "senior" dopo 20 anni da manager?

1 - NON SENTIRTI MAI "SENIOR". Per creare una startup non devi mai sentirti "Senior" altrimenti hai sbagliato tutto. A dispetto dell'evidenza anagrafica, se decidi di costruire una startup devi essere curioso, continuare a leggere e studiare e soprattutto pensare con la freschezza e l'ingenuità dei 20 anni. La giusta attitudine è fondamentale e aiuta a sentirti giovane e a continuare ad aver voglia di innovare e sperimentare.

2 - CURIOSITÀ E DESIDERIO DI INNOVARE. Curiosità e desiderio di innovare sono fattori indispensabili per chi decide di fare impresa: se si possiedono questi due fattori e si aggiunge l'esperienza e la maturità che puoi aver maturato a 50 anni il mix rischia di diventare esplosivo.

3 - COMPETENZA E PASSIONE PER UN SETTORE SPECIFICO. Fondare ItalyXP è una scelta che risponde alla volontà di unire le conoscenze maturate durante gli anni trascorsi in ambito digitale con la passione per il turismo, che non mi aveva mai abbandonato dopo l'università.

4 - CREARE QUALCOSA DI TUO. Il cambiamento è notevole e richiede un grande sforzo a livello emotivo ed economico. Tuttavia, il desiderio di riscoprirmi e creare qualcosa di mio, mi convincono ad addentrarmi nel mondo dell'imprenditoria.

5 - METTERTI IN DISCUSSIONE. Sono fortemente convinto che sia necessario mettersi sempre in discussione e in gioco, per poter esplorare il proprio potenziale e portare avanti delle idee che siano proprie.

Al di là del successo professionale, la qualità della mia vita è migliorata moltissimo e sono felice. Le preoccupazioni sono aumentate, certo, ma la possibilità di portare avanti una mia iniziativa ed esplorare un settore del quale sono sempre stato appassionato è davvero appagante.

La consapevolezza che l’Italia abbia delle doti naturali, artistiche e culturali enormi, che devono essere valorizzate, mi ha portato a iniziare uno dei pochi percorsi imprenditoriali italiani riguardanti il turismo digitale e a confrontarmi con i colossi del settore travel, come Booking, Tripadvisor e AirBnB.

Il desiderio di indipendenza e di poter gestire l’azienda in maniera autonoma, mi porta insieme agli altri soci ad investire direttamente nell'azienda e ad affrontare il nuovo percorso imprenditoriale libero da condizionamenti.

Inizialmente abbiamo voluto gestire l’azienda in maniera indipendente e in questi anni abbiamo lavorato per crescere sempre più e per poter presentare ora agli investitori un progetto definito e un’azienda già strutturata.

Oggi, infatti, ItalyXP rappresenta un’azienda strutturata che può contare su un solido team di giovani multilingue, accomunati dalla passione per il settore travel e da esperienze internazionali.

La nostra società fattura quasi 2 milioni di euro e porta in Italia oltre 14.000 turisti stranieri ogni anno: si tratta di numeri destinati sicuramente a un incremento nel prossimo futuro anche in considerazione delle diversificazioni delle nostre proposte di esperienze di viaggio.

E chissà che il nostro modello non possa anche prendere piede fuori dai confini dello stivale…

ALTRI ARTICOLI di Economia