Attualità

Cultura

Manager scrittori: Luigi Bartalini

Print
Manager scrittori: Luigi Bartalini

I nostri associati scrivono spesso libri, saggi, romanzi di fantasia o racconti che traggono ispirazione dal loro percorso professionale e di vita.

Oggi vi segnaliamo il racconto Tienimi per mano, di Luigi Bartalini (Castelvecchi), associato Manageritalia Campania.

La storia vede due giovani professionisti della “Napoli-bene”, Alessia e Gianni, sposati e con un bambino. Nonostante il grande sentimento che li aveva uniti, conducono ormai vite separate. Alessia, bellissima, sensibile, tormentata, divide le proprie giornate tra la cura del figlio e il lavoro di marketing per una società pubblicitaria, con tutte le ansie di una donna in carriera. Gianni, avvocato specializzato in diritto internazionale e con il sogno di grandi business, è assorbito dalla sua professione e dal godersi la vita dorata che aveva sempre agognato da ragazzo povero e ambizioso. Insofferente nei riguardi della freddezza della loro relazione, Alessia rimane preda del fascino di un amico del marito, seduttore seriale che le risveglia sentimenti a lungo sopiti. Gianni invece si trova coinvolto nel rovinoso fallimento di un’operazione finanziaria che ha messo in piedi con dei partner inglesi per favorire l’elusione fiscale di un pool di clienti.

Luigi Bartalini (Napoli, 1963) è sociologo e imprenditore. Ha esordito con la raccolta di racconti Il filo dei pensieri (2008). Il suo primo romanzo Sono nato nel mese dei morti (2013) ha vinto i premi Il litorale di Massa, Dario Ghiringhelli nel Montefiore, Emotion di Città di Cattolica (2015), e si è classificato secondo al Premio Nabokov 2014. Nel 2015 il romanzo Casella numero 58 (Castelvecchi) ha ottenuto il Premio della giuria nei concorsi Città di Pontremoli, Il litorale di Massa e Montefiore, e si è posizionato secondo al Premio Il Convivio di Giardini-Naxos.

ALTRI ARTICOLI di Attualità