Attualità

Società

Manageritalia con i Cittadini per l’Aria

Il più esteso progetto di scienza partecipata finora realizzato in Italia per misurare in modo capillare la concentrazione di biossido di azoto nelle aree urbane di Milano, Napoli e Roma
Print
Manageritalia con i Cittadini per l’Aria

Manageritalia partecipa a NO2 No Grazie! il più esteso progetto di scienza partecipata finora realizzato in Italia, promosso dall’Associazione Cittadini per l’Aria per misurare in modo capillare la concentrazione di biossido di azoto nelle aree urbane di Milano, Napoli e Roma.
L’iniziativa invita i cittadini ad acquistare al costo di 20 euro un kit di misurazione, formato da un campionatore passivo da collocare a 2 metri e mezzo di altezza sul livello strada, e a installarlo nel mese di febbraio all’esterno di case, luoghi di lavoro e scuole.

I dati raccolti saranno analizzati ed elaborati da un comitato scientifico e utilizzati per creare un database dettagliato della qualità dell’aria delle tre più estese aree metropolitane italiane - che sarà reso pubblico tramite una mappatura simile a quelle diffuse in seguito alle campagne già realizzate a Brescia, Milano e Roma - con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e gli amministratori sulla necessità di ridurre l’inquinamento atmosferico, in Italia ai massimi livelli in Europa.

L’adesione di Manageritalia si concretizza con l’installazione di cinque campionatori in cinque uffici dove lavorano circa tre quarti del personale e dove sono basate nove delle organizzazioni del nostro sistema associativo: a Milano in via Fatebenefratelli, sede di Manageritalia Lombardia e XLabor e in via Stoppani, sede di Manageritalia Servizi, Associazione Antonio Pastore e Assidir; a Napoli in via Medina, sede di Manageritalia Campania; a Roma in via Ezio, sede di Manageritalia Lazio, Abruzzo, Molise, Umbria e Sardegna e in via Orazio, sede della Federazione nazionale e della Fondazione Prioritalia.

Per partecipare alla campagna occorre compilare questo formulario entro il 20 gennaio e procedere al pagamento. Gli aderenti potranno ritirare i campionatori in una serie di punti di distribuzione comunicati dai promotori.

Una sintetica presentazione del progetto è disponibile qui.


ALTRI ARTICOLI di Attualità