Attualità

Società

E se il pagliaccio di IT fosse...

Grande attesa per il film horror tratto dal romanzo di Stephen King. Ma c'è chi fa pesanti accuse: pubblicità occulta?
Print
E se il pagliaccio di IT fosse...

Il film IT si preannuncia uno dei più spaventosi degli ultimi tempi e il battage legato alla promozione della pellicola dura da diversi mesi, con un uso massiccio dei social, a cominciare dalla pagina Facebook ufficiale in italiano, dove circolano da tempo teaser, post e foto volti a incuriosire.

Dovremo aspettare ancora pochi giorni per l'uscita in Italia della storia del terrificante pagliaccio Pennywise che tormenta la cittadina di Derry e in particolare un gruppo di ragazzini.

Però c'è qualcuno che nel frattempo ha puntato il dito contro la pellicola. La divisione russa della catena di fast-food Burger King ha presentato un reclamo presso l'authority anti-monopolio chiedendo che la pellicola sia bandita dalla Federazione. Il motivo? Concorrenza sleale.

Secondo la Burger King russa il demoniaco pagliaccio assassino ricorderebbe Ronald McDonald, la mascotte del loro principale concorrente. 

Nella denuncia si dichiara che il clown assomiglierebbe in tutto a quello del colosso del fast food, "inclusa la gamma di colori e i palloncini con cui seduce i bambini".



La somiglianza, in effetti, c'è. Non è un caso che su YouTube sia stata pubblicata una videoparodia "It - McDonald's Edition" con Ronald nei panni di Pennywise in alcune scene del film.

Il consiglio d'amministrazione dell'authority russa ha deciso di prendere il reclamo sul serio e ha fatto sapere che esaminerà la pellicola.

"Non ci interessa il contenuto del film - ha detto a "Ria Novosti" Andrej Kashevarov, vicecapo di Fas - perché lo scrittore e il regista hanno la loro personale visione creativa di ogni personaggio". Vogliamo solo determinare - ha precisato - se c'è davvero pubblicità occulta in violazione della legislazione russa.



Il film diretto da Andy Muschietti ha già incassato 14 milioni di dollari in oltre cento sale nella Federazione, ma Burger King Russia vuole vederci chiaro e ha dichiarato guerra al mostruoso pagliaccio.

ALTRI ARTICOLI di Attualità