Attualità

Cultura

Il Festival della Mente punta alla rete

Presentata oggi a Milano l'edizione 2017. Appuntamento a Sarzana dall'1 al 3 settembre
Print
Il Festival della Mente punta alla rete

Questa mattina si è svolta a Milano la conferenza stampa di presentazione del prossimo Festival della Mente, il primo festival europeo dedicato alla creatività e alla cultura che si terrà come da tradizione a Sarzana, dall'1 al 3 settembre. Sotto la direzione di Benedetta Marietti, che insieme a Francesca Gianfranchi, responsabile dei programmi per i più piccoli, e il sindaco di Sarzana Alessio Cavarra ha moderato l'incontro coi giornalisti, l'evento prevede tre giornate che vedranno alternarsi 65 relatori italiani e internazionali in 41 incontri, workshop, spettacoli e momenti di approfondimento culturale.

Il tema fil rouge di quest'anno sarà la rete, un concetto che verrà declinato in molti modi adottando di volta in volta un approccio diverso: dal web alla famiglia, dalla fisica alla letteratura, dalla psicologia alla fisica, dalla storia alle neuroscienze, dalla matematica allo sport e il design. 

Il punto di forza del festival è proprio la multidisciplinarietà e il format adottato è quello di un'arena che apre dibattiti, lancia stimoli e crea un'occasione di incontro con innovatori con cui non è sempre semplice relazionarsi.

La condivisione del sapere, attraverso un rapporto diretto tra relatori e pubblico, è l'approccio privilegiato. Formule e teoremi matematici, scoperte scientifiche, riferimenti letterari ed eventi storici complessi possono essere tradotti in un linguaggio semplice, alla portata di tutti? La risposta è affermativa.

Fare rete significa anche ricomporre il sapere. La pluralità di voci è indice di ricchezza culturale e amplia i nostri orizzonti permettendoci di capire un po' di più la complessità del mondo.

ALTRI ARTICOLI di Attualità