Attualità

Trend

L’abbigliamento da lavoro nell’epoca della tecnologia indossabile

La wearable technology arriva in ufficio
Print
L’abbigliamento da lavoro nell’epoca della tecnologia indossabile

Gli abiti che indossiamo per lavorare potranno avere sensori, monitorare il livello di stress e ricordarci appuntamenti, avvisando noi e gli altri quando c’è un lavoro importante da svolgere e altro ancora, sostiene Rebeccah Pailes-Friedman, autrice del libro “Smart Textiles for Designers: Inventing the Future of Fabric” e a capo di una società di consulenza specializzata in tecnologia indossabile e tessuti smart.

Gran parte di questa tecnologia esiste già nell’abbigliamento utilizzato in campo militare, medico e sportivo. Il mondo dei colletti blu e dei colletti bianchi sono la prossima frontiera.

Le notifiche sullo smartphone potranno lasciare spazio a camicie, giacche o vestiti con maniche che si illumineranno, lampeggeranno o vibreranno.

Lanciata nel 2017, Jacquard di Google consente di posizionare una piccola etichetta Bluetooth che si collega a un’app nei capi d'abbigliamento e negli accessori. Una combinazione di fili, elettronica integrata e software consente di toccare, scorrere o trattenere una porzione del capo indossato per leggere e rispondere ai messaggi e ricevere notifiche. Il marchio Levi Strauss & Co. la utilizza già.

I led lampeggianti potrebbero avvisare chi indossa questi capi quando è il momento di arrivare a una riunione e fornire indicazioni per la sala conferenze.

Abiti interattivi che si illuminano o cambiano colore potrebbero arrivare presto in ufficio: Sensoree ha sviluppato un "maglione dell'umore". L'indumento ha un colletto con led che si illumina in diversi colori in base alla risposta galvanica della pelle provocata da stress, eccitazione, piacere o altri sentimenti.

Per i lavoratori che svolgono compiti faticosi e ripetitivi, la tecnologia indossabile potrebbe fornire un utile supporto. L’Harvard Biodesign Lab sta sviluppando un dispositivo leggero, motorizzato, simile a uno zaino, per aiutare ad alleviare la tensione della schiena dal 20% al 30%.

Potrebbero addirittura arrivare vestiti che segnalano quando il nostro collega di scrivania dovrebbe lasciarci in pace, grazie a sensori che misurano la frequenza cardiaca, la concentrazione e i livelli di stress.

Infine, la tecnologia indossabile termoregolabile potrebbe un giorno eliminare la necessità di quel maglione o sciarpa extra per ufficio. Il materiale è costituito da polimeri che reagiscono se esposti al calore, il tessuto contiene pori che si chiudono per intrappolare il calore quando chi indossa il capo ha freddo e che si aprono per far entrare più flusso d'aria quando una persona ha caldo.

ALTRI ARTICOLI di Attualità